<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Normative / Agevolazioni fiscali

home > Normative / Agevolazioni fiscali

Normative / Agevolazioni fiscali

Beneficiando dello Sportello di Documentazione del Centro Servizi Autismo - V Circolo Piacenza, segnaliamo, in questa sede,  normative - agevolazioni generiche per la disabilità importanti anche per la tutela di minori adulti con Autismo.

 

IN EVIDENZA

cliccare sul titolo:

Approvato al Senato il primo Disegno di Legge sull'autismo 19/3/15

 

ELENCO ARGOMENTI DI QUESTA PAGINA:

NEWS

  • Modalità di redazione di certificati medici, segnalazioni di DSA, relazioni cliniche e degli assistenti sociali per uso scolastico
  • PROPOSTA DI LEGGE: "Norme per migliorare la qualità dell'inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con altri bisogni educativi speciali" (2444)

DOCUMENTI

  • Convenzione ONU 2007
  • Dal Sito dell'INPS
  • Emilia Romagna: Disabili, la guida 2013 alle agevolazioni  
  • L'amministratore di sostegno
  • Normative miste
  • Normative antidiscriminatorie per scelta della scuola
  • Assegnazione delle ore di sostegno / offerta formativa
  • Organizzazione e integrazione dei servizi scolastici sanitari e socio assistenziali
  • Somministrazione farmaci
  • Emilia Romagna: 2000-2015 in "breve"

 

Per approfondimenti vai anche alle Pagine dedicate e ai Pdf allegati:

 

News:

MODALITÀ DI REDAZIONE DI CERTIFICATI MEDICI, SEGNALAZIONI DI DSA, RELAZIONI CLINICHE E DEGLI ASSISTENTI SOCIALI PER USO SCOLASTICO (12-8-2014 da www.istruzioneer.it) CLICCA QUI


PROPOSTA DI LEGGE:

"Norme per migliorare la qualità dell'inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con altri bisogni educativi speciali" (2444)

Seguite i lavori Preparatori e di Approvazione del progetto di Legge (2444)  alla   CAMERA   e  al  SENATO

Copiare e incollare sul proprio browser il titolo, per accedere ai commenti, le interpretazioni, i suggerimenti disponibili in rete di una proposta di legge che influirà sul livello di integrazione scolastica anche dei soggetti con Sindrome Autistica.

 

Documenti:

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità 2007

clicca qui

 

Dal Sito dell'INPS 

I minori e adulti con Autismo, nell’ordinamento italiano, sono tutelati da varie norme antidiscriminatorie che permettono l’accesso a benefici di carattere assistenziale e/o economico, a seconda del livello di difficoltà PERSONALI, FAMILIARI, SOCIALI diagnosticate:

Alla base delle agevolazioni vi è la legge 104/92 (clicca anche qui)

Tutta la normativa di accertamento e beneficio è stata recentemente modificata

Data la complessità dell’argomento, rimandiamo alla consultazione dei seguenti link tratti dal sito dell’INPS: (cliccare sui titoli in "grassetto")

 

Emilia Romagna:Disabili, la guida 2013 alle agevolazioni  

Dalla Agenzia delle Entrate, segnaliamo la pubblicazione aggiornata su detrazioni fiscali e contributi rivolti alle persone con disabilità.

Le detrazioni d’imposta del 36% sulle spese d’abbattimento delle barriere architettoniche e quelle per i figli a carico portatori di handicap. I contributi regionali per la mobilità e l’adattamento della casa e le agevolazioni per il settore auto.

Sono solo alcuni degli argomenti trattati nella nuova Guida alle agevolazioni fiscali per i disabili”, realizzata dall´Agenzia delle Entrate- Emilia Romagna

La pubblicazione, aggiornata al marzo 2013, (CLICCA QUI per aprirlo) illustra con linguaggio chiaro e in maniera sintetica le principali informazioni di carattere fiscale per i cittadini con disabilità.

 

L'amministratore di sostegno

 

Normative antidiscriminatorie per scelta della scuola

Nell’ordinamento italiano il diritto alla frequenza della scuola dei bambini e ragazzi disabili è garantito oltre che dalla Costituzione   (art. 38 III comma) anche dalla Legge 104/92, art.12 , comma 2 .

Le scuole private, paritarie o parificate, ai sensi della Legge n. 62/2000, sono obbligate a realizzare l'integrazione scolastica, come espressamente previsto nell'art.1, comma 3, comma 4 lettera 'e' e comma 14.

Il D.lgs. n. 76 del 2005 all’art. 1 comma 3 recita: “La Repubblica assicura a tutti il diritto all'istruzione e alla formazione, per almeno dodici anni o, comunque, sino al conseguimento di una qualifica di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età”.

Relativamente alle persone con handicap (L.104/92), l’art. 12, comma 1 recita:  “Al bambino da 0 a 3 anni handicappato è garantito l’inserimento negli asili nido” e il comma 2: “È garantito il diritto all’educazione e all’istruzione della persona handicappata nelle sezioni della scuola d’infanzia, nelle classi comuni delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e nelle istituzioni universitarie”.

L’iscrizione alla scuola pubblica, paritaria o parificata, è dunque un diritto esigibile. 

In caso di rifiuto o problemi relativi all’iscrizione, i genitori possono fare ricorso al TAR o al Tribunale per un intervento d’urgenza, ai sensi dell’art. 700 del Codice di Procedura Civile. 

 

Assegnazione delle ore di sostegno / offerta formativa

Dal Sito del Ministero della Pubblica Istruzione  (CLICCA QUI) leggiamo:i requisiti e l'organizzazione predisposta in favore dell'integrazione degli alunni con disabilità

Se non vengono assegnate le ore di sostegno necessarie o viene meno la qualità dell'offerta formativa per vincoli di bilancio o o interpretazione restrittiva delle normative,  decade il principio del diritto allo studio garantito dalla Costituzione, dalla normativa speciale (Legge n. 104/1992) e dalla convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilita’, ratificata dall’Italia nel 2009.

In caso di inademienze i genitori degli alunni interessati possono rivolgersi

· al Dirigente Scolastico 

· al Docente utilizzato presso il GLH (Gruppo di Lavoro sull’Handicap)

· all’ Ufficio Scolastico Territoriale (UST)

· all'ispettore coordinatore del GLIP (Gruppi di Lavoro Interistituzionali e Provinciali)

· al Collegio di Vigilanza (composto dal Presidente della Provincia o suo delegato, dai Sindaci o loro delegati dei Comuni capofila dei Distretti in cui articolato il territorio per la programmazione socio/sanitaria, dal Prefetto o suo delegato)       

· al  TAR    

· alla legge n. 67 del 2006 “ Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni”.

il tutto al fine di evitare  discriminazioni espressamente vietate dalla L. 104/92 e dalla C.M. 291/1992

 

Organizzazione e integrazione dei servizi scolastici sanitari e

socio assistenziali

La Legge 104/92 dispone che l’integrazione scolastica si realizza anche attraverso: <<.......la programmazione coordinata dei servizi scolastici con quelli sanitari, socio – assistenziali, culturali, ricreativi, sportivi e con altre attività sul territorio gestite da enti pubblici e privati. A tale scopo gli enti locali, gli organi scolastici e le unità sanitarie locali, nell’ambito delle rispettive competenze, stipulano gli accordi di programma di cui alla legge 8 giugno 1990 n. 142...>> (art. 13 c. 1 lett. a)).

 

Per la provincia di Piacenza si rimanda ai seguenti link:(cliccare sui titoli in "grassetto")

ACCORDO DI PROGRAMMA 2012-2017

INFO TRATTE DAL SITO DELLA PROVINCIA DI PIACENZA

 

 

Salva la Pagina in formato PDF Stampa la Pagina